filtra news ed articoli
parole nei testi o nei titolo news
regione  
provincia
città
Tutti i nostri medici
Registrati

ALTRE NEWS

Sono tra il 40 e il 46% della popolazione gli...
La dieta ipocalorica proteica prevede una forte...
 La rivista Cancer Research afferma: una...
Altre news
 
Successiva
sabato 20 luglio 2013
Dieta ipocalorica proteica

La dieta ipocalorica proteica prevede una forte riduzione dell’assunzione di zuccheri, rispettando il fabbisogno proteico, vitaminico, di minerali e di acidi grassi essenziali dell’organismo. Già definita come “liposuzione alimentare”, garantisce una netta riduzione della massa grassa, ma non di quella muscolare.

 
Si differenzia così dalle diete ipocaloriche tradizionali che consistono in una forte riduzione dell’apporto calorico e nel mantenimento di un costante rapporto fra i differenti componenti nutrizionali: grassi, zuccheri e proteine.
Non potendo più utilizzare gli zuccheri alimentari come fonte di energia, l’organismo è costretto a consumare le proprie riserve. Le riserve di zuccheri si esauriscono in 24 ore, dopodiché l’organismo consuma le riserve di grassi e proteine.
Rispetto al digiuno totale, la dieta proteica non determina modificazioni a carico della massa magra (muscoli, organi, pelle) costituita prevalentemente da proteine. La massa magra è protetta dalla somministrazione di proteine di alto valore biologico: via libera, quindi, al consumo delle riserve di grassi, grazie anche alla diminuzione della secrezione di insulina legata all’assenza di glucidi nell’alimentazione.
Si determina quindi un rapido scioglimento del tessuto adiposo (lipolisi). Una parte dei grassi liberati dalla cellule adipose, si trasforma in corpi chetonici. Questi metaboliti hanno un effetto psicotonico, agiscono a livello dei centri ipotalamici della sazietà e aiutano a non sentire fame in modo naturale.
La sensazione di benessere e la riduzione della fame rendono possibile seguire una dieta di per sé fortemente ipocalorica, ma con un apporto proteico tale da comportare una selettiva perdita di grasso con conservazione della massa magra.
Il fabbisogno essenziale di zuccheri è assicurato dalla trasformazione di alcuni aminoacidi, costituenti le proteine, dell’acido lattico e del glicerolo, un costituente dei lipidi, in glucosio, nel processo di neoglucogenesi.
La dieta proteica assicura una rapida perdita di peso, senza alcuna sensazione di fame o di stanchezza. E’ molto semplice da seguire, non ci sono scelte da fare per quanto riguarda gli alimenti, nè alimenti da pesare . Non c’è perdita del tono muscolare nè perdita dell’elasticità dei tessuti.
Per seguire questa metodologia di dimagramento, è assolutamente necessario affidarsi al medico, il solo in grado di valutarne correttamente le indicazioni e le controindicazioni.
nessun commento
Solo gli utenti registrati possono inserire commenti